Articoli

Mobilità ATA, a breve la pubblicazione dei trasferimenti

Il MIUR ha comunicato che per quanto riguarda la mobilità ATA, la pubblicazione degli esiti dei trasferimenti è prevista per venerdi 5 luglio. La data quindi slitta di qualche giorno rispetto alle previsioni originarie.

La comunicazione dell’esito avverrà per email. Gli esiti saranno in ogni caso visibili anche sul portale Istanze Online, accedendo alla propria area riservata.

I trasferimenti saranno inoltre divulgati anche dagli Uffici Scolastici Provinciali che provvederanno alla pubblicazione sui propri Bollettini Ufficiali.…
Continua a leggere

Contratto di mobilità 2019

E’ stato finalmente raggiunto l’accordo per il contratto di mobilità.

Le novità introdotte riguarderanno quindi il personale docente, il personale educativo e il personale ATA per il triennio 2019/22.

Rimangono invariati alcuni punti derivanti dal contratto precedente: la partecipazione del personale docente ai trasferimenti e ai passaggi di ruolo potrà essere annuale, a meno che il trasferimento non sia stato ottenuto su una delle scuole richieste.…
Continua a leggere

Mobilità docenti: quali le novità

Il Contratto Collettivo Nazionale ha introdotto diverse modifiche sulla mobilità, e altre sono attese con l’approvazione della legge di Bilancio

Il Contratto Collettivo Nazionale Integrativo sulla mobilità sarà triennale e non sarà l’unica novità. I docenti che abbiano ottenuto il trasferimento in una delle scuole richieste, a partire dall’ a.s 2019/2020 non potranno chiederne altri prima di tre anni. I docenti che invece non abbiano ottenuto il trasferimento in una delle scuole prescelte, potranno partecipare ai trasferimenti o ai passaggi di ruolo/cattedra ogni anno.…
Continua a leggere

Novità sui Concorsi Docenti: basta trasferimenti fuori regione

Il Ministro dell’istruzione Bussetti, per favorire il ruolo dei docenti italiani, afferma che vuole fermare i trasferimenti e il lavoro fuori sede.

La pratica del trasferimento fuori dalla propria regione interessa tantissimi docenti italiani, che per lavoro sono costretti ad allontanarsi per molti anni dalle proprie famiglie. Sembrerebbe però che la situazione stia per cambiare e tanti insegnanti, a seconda della propria preferenza, potranno tornare nella regione d’origine per insegnare.…
Continua a leggere

Fare domanda per il posto di sostegno senza avere il titolo

L’Ipotesi di CCNI sulla mobilità annuale per l’a.s. 2018/19, permette anche ai docenti privi del titolo di specializzazione, di presentare domanda per le assegnazioni provvisorie interprovinciali su posto di sostegno.

L’articolo 7, comma 16, del Contratto così predispone:

“L’assegnazione provvisoria può essere infine richiesta per posti di sostegno anche dai docenti sforniti di titolo di specializzazione, purché stiano per concludere il percorso di specializzazione sul sostegno o, in subordine, abbiano prestato almeno un anno di servizio – anche a tempo determinato – su posto di sostegno.
Continua a leggere

Due concorsi per coprire i posti vacanti dei DSGA

Il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA) è la figura direttiva nell’ambito scolastico più importante e con le maggiori responsabilità dopo il Dirigente Scolastico. Nello specifico il DSGA sovrintende, con autonomia operativa, ai servizi generali amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione svolgendo funzioni di coordinamento, promozione delle attività e verifica dei risultati conseguiti, rispetto agli obiettivi assegnati ed agli indirizzi impartiti.…
Continua a leggere

Concorso abilitati 2018: chi resta escluso

Si avvicina la data di uscita del bando di concorso per il personale abilitato della scuola secondaria di primo e secondo grado. In questi giorni il decreto che istituisce il concorso è stato restituito dalla Corte dei Conti e le prime anticipazioni sul contenuto hanno già fatto parlare: sembra infatti confermata l’esclusione di numerose categorie che avrebbero diritto all’ammissione alla fase transitoria, ovvero: gli ITP inseriti in Gae o in II fascia delle Graduatorie d’Istituto dopo il 31 maggio, i diplomati delle Accademie di Belle Arti o Conservatorio, i diplomati ISEF e ancora è da chiarire la posizione dei docenti abilitati all’Estero in attesa di riconoscimento del titolo.…
Continua a leggere

Mobilità e punteggio anzianità di servizio

Sono confermati i 6 punti per ogni anno di servizio pre ruolo effettivamente prestato

La valutazione del servizio pre ruolo è confermata anche per l’anno scolastico 2018/19: anche gli anni di servizio pre ruolo saranno valutati 6 punti (e non 3) per ogni anno effettivamente prestato.

Se si sono svolti anni di pre ruolo su posti di sostegno con il possesso del titolo di specializzazione, tale punteggio è raddoppiato (12 punti) e nella domanda di mobilità si richiedono solo o anche tali posti.…
Continua a leggere

Mobilità 2018/19: punteggio per esigenze di famiglia, quando si valuta?

Il contratto sulla mobilità disciplina i movimenti che interessano il personale docente, si distinguono in due tipi differenti: mobilità territoriale (trasferimenti fisici da una città all’altra) e mobilità professionale (passaggi di cattedra e passaggi di ruolo).

Per partecipare a queste mobilità ci sono diverse condizioni e requisiti. Un docente ha la possibilità di presentare domanda contemporaneamente per entrambi i tipi di mobilità, se rientra nei requisiti.…
Continua a leggere

Scuola, immissioni in ruolo 2017/2018: salta la chiamata diretta?

A poco più di 20 giorni dalla data del  14 agosto, timeline fissata dal Ministero per la chiusura delle operazioni di immissioni in ruolo, gli Uffici Scolastici attendono il SI definitivo alla Chiamata Diretta da parte del MEF.

Ulteriori ritardi farebbero venire meno  i tempi tecnici per organizzare il passaggio da ambito territoriale a scuola: si ricorrerebbe quindi ancora al meccanismo dell’assegnazione tramite punteggio, che la legge 107 “Buona Scuola” avrebbe dovuto scongiurare.…
Continua a leggere