Articoli

Carta del Docente: da settembre controlli sul corretto utilizzo

Il Ministero dei Beni culturali ha siglato un accordo con la Guardia di Finanza per potenziare le attività di controllo sull’utilizzo dello strumento della Carta del Docente. La ratio è quella di contrastare con più rigore l’utilizzo illecito dello strumento rilevato negli ultimi anni: sembra infatti che molti docenti, coadiuvati da negozianti compiacenti, abbiano utilizzato i 500 euro previsti dal Bonus per l’acquisto di beni non consentiti.…
Continua a leggere

Carta docente: entro il 31 dicembre 2018 scadenza del bonus 2016/17

Gli importi residui della carta docente relativi all’anno scolastico 2016/2017 devono essere utilizzati entro il 31 dicembre di quest’anno

Il decreto Milleproroghe ha prorogato al 31/12/2018 il termine per utilizzare il bonus di 500 euro relativo all’anno 2016/2017. Dal 1° gennaio 2018, il valore del residuo totale non potrà infatti essere superiore a 1000 euro.

I docenti possono verificare la propria somma residua nello “storico portafoglio”, in cui compaiono tutte le somme utilizzate negli ultimi tre anni e gli importi non ancora spesi.…
Continua a leggere

Gli stipendi dei docenti italiani nel 2018

Quanto differiscono gli stipendi dei docenti italiani rispetto a quelli dei docenti europei?

Il lavoro del docente spesso viene visto come una professione di poca importanza, nonostante sia fondamentale per la crescita e la conoscenza di bambini e ragazzi. Negli ultimi anni è diventato inoltre un impiego ben più pericoloso rispetto al passato: ne sono l’esempio i tanti fatti di cronaca e violenza ai danni degli insegnanti di qualsiasi livello scolastico, dalla primaria fino alle superiori, spesso perpetrati dai genitori degli alunni o dagli alunni stessi, che si scagliano contro i propri educatori.…
Continua a leggere

Le novità sul Bonus Carta del Docente 2018-2019

Attiva la carta docente 2018/19: i residui non spesi degli anni passati sono stati accreditati.

Il Miur ha confermato, con una nota pubblica, il prolungamento del Bonus Carta del Docente di 500 euro anche per l’anno scolastico 2018-2019.

Il Bonus Docenti spetterà anche quest’anno ai docenti di ruolo delle scuole statali, compresi i neo-immessi o in part time.

Il Miur ha voluto chiarire direttamente cosa succederà con i buoni residui non spesi: gli importi dei buoni prenotati e non spesi sono stati annullati d’ufficio ed attribuiti al residuo dell’anno scolastico 2017/2018.…
Continua a leggere

Cosa si può detrarre delle spese scolastiche?

In sede di denuncia dei redditi è utile sapere quali spese riguardanti il mondo della scuola si possono detrarre.

Per quanto riguarda gli asili nido, sia pubblici che privati, nonché le sezioni primavera, si parla di una detrazione al 19%, per un importo massimo di 632 euro per ciascun figlio.

Viene applicata la stessa percentuale anche per le scuole materne, elementari, medie e superiori sia statali che private.…
Continua a leggere

Bonus Carta Docente: come è stato speso?

Il Bonus da 500 euro della cosiddetta Carta Docente, destinato alla formazione dei docenti sarebbe confermato anche per il prossimo anno scolastico.

Il Bonus a disposizione degli insegnanti poteva essere usato per diversi beni e servizi:

  • Libri e di libri testi, anche in formato digitale;
  • Pubblicazioni e riviste utili all’aggiornamento professionale;
  • Hardware e software;
  • Iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione;
  • Iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;
  • Biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • Biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • Iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

Continua a leggere

Dichiarazione dei redditi: quanto si può detrarre dei corsi di laurea e post-laurea

Con il D.M. n. 1043 del 28.12.2017 il Miur individua gli importi delle tasse e dei contributi delle Università non statali ai fini della detrazione dell’imposta lorda anno 2017.

La legge di Stabilità 2015 aveva già stabilito che la detrazione spetta “per frequenza di corsi di istruzione universitaria presso università statali e non statali, in misura non superiore, per le università non statali, a quella stabilita annualmente per ciascuna facoltà universitaria con decreto del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca da emanare entro il 31 dicembre, tenendo conto degli importi medi delle tasse e contributi dovuti alle università statali”.…
Continua a leggere

Nuova procedura per l’invio delle posizioni lavorative del personale scolastico all’INPS

A partire da oggi, giovedì 2 Febbraio 2018, sarà previsto un invio settimanale all’INPS di tutte le posizioni lavorative convalidate entro le 20:00 del giovedì per velocizzare le pratiche pensionistiche.

Nel portale dei servizi scolastici SIDI è presente una nuova area denominata “Comunicazione servizi INPS” utile per velocizzare le pratiche pensionistiche e la cessazione del servizio, annunciata dalla circolare ministeriale 171 del 24/01/2018.…
Continua a leggere

Piattaforma S.O.F.I.A. e carta del docente: le domande più frequenti

Facciamo un po’ di chiarezza su alcuni punti riguardanti la piattaforma S.O.F.I.A., realizzata dal Miur per la fruizione di corsi per l’aggiornamento professionale dei docenti con contratto a tempo indeterminato. I docenti che possiedono la carta docente, il bonus di 500€ per la formazione e l’aggiornamento professionale, possono spendere il bonus anche sulla piattaforma SOFIA.

Come fare ad iscriversi ad un’iniziativa formativa su S.O.F.I.A.?
Continua a leggere