Insegnamento

TFA Novità sul sostegno e sul concorso ordinario

Insegnamento: laurea e 24cfu requisiti indispensabili per sostegno e concorso ordinario.

Questo è quanto è quanto comunicato dal Ministero e che potrebbe concretizzarsi nei prossimi mesi: tutti coloro in possesso di laurea e 24 cfu in discipline pedagogiche e metodologie didattiche come da DM 616/2017, potranno iscriversi alle graduatorie di istituto, partecipare ai concorsi a cattedra ordinario secondaria e alle selezioni TFA di sostegno.

Quindi come accedere all’insegnamento e ai concorsi a cattedra ordinaria secondaria?

Il requisito minimo come anticipato è relativo al possesso della laurea+ 24CFU. Oltre a questo requisito minimo gli altri requisiti di accesso richiesti saranno, per i posti comuni:

·       Abilitazione specifica in base alla classe di concorso

·       Laurea magistrale o diploma di II livello di alta formazione artistica musicale e coreutica o titolo equipollente alle classi di concorso indicate nel concorso+ 24 CFU. Importante è controllare sempre se la propria classe di laurea rende l’accesso al concorso

·       Abilitazione ad altra classe concorsuale

 

Per i posti di insegnante tecnico-pratico (ITP) il requisito richiesto sino al 2024/25 è:

il diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore (tabella B del DPR 19/2016 modificato dal Decreto n. 259/2017).

Per i posti di sostegno:

Requisiti già indicati per i posti comuni oppure quelli per i posti di ITP più il titolo di specializzazione su sostegno

Più chiarezza anche sul sostegno:

tfa novita'concorso I bandi ufficiali sul corso di specializzazione saranno pubblicati a breve, come però già detto in anticipo il requisito essenziale per accedere alle selezioni di scola secondaria di I e II grado saranno Laurea+ 24CFU, mentre gli atri requisiti di accesso saranno:

  • Specifica abilitazione per classe di concorso
  • Laurea magistrale (oppure classica laurea ciclo unico) o diploma di II livello di alta formazione musicale, artistica e coreutica, oppure titolo valido ed equivalente che rientri tra le classi di concorso

Per gli ITP invece si attendono ancora chiarimenti dal Miur.