Il profilo di funzionamento nella riforma del sostegno

Il profilo di funzionamento è la novità introdotta dal decreto di revisione del D.lgs. 66/2017,  in materia di integrazione scolastica degli studenti con disabilità.

Il PF è il documento che viene compilato dopo l’accertamento della disabilità, e che sostituisce la diagnosi funzionale e il profilo dinamico funzionale.

Viene redatto da un nucleo di valutazione composto da un neuropsichiatra infantile, esperto nella patologia del minore, e da due tra queste figure:

  • un esercente di professione sanitaria nell’area della riabilitazione
  • uno psicologo dell’età evolutiva
  • un assistente sociale in rappresentanza dell’Ente locale di competenza

Il profilo di funzionamento, una volta redatto, è il documento necessario alla stesura del Piano Educativo Individualizzato e del Progetto Individuale.…
Continua a leggere

specializzazione-sostegno-conviene

Specializzazione sostegno: conviene?

L’impegno economico richiesto dal percorso di specializzazione sostegno è notevole. In molti che già  lavorano come insegnanti di sostegno si chiedono se i vantaggi derivanti dall’intraprendere un simile percorso siano commisurati all’investimento di tempo e denaro. Vediamo di fare chiarezza.

Per i docenti che attualmente insegnano su posto di sostegno con contratto a tempo determinato, il prossimo anno saranno ancora disponibili  incarichi anche senza la specializzazione.…
Continua a leggere

sostegno-prove

Specializzazione sostegno: prove d’accesso rimandate ad aprile

 Il MIUR ha pubblicato sul proprio sito il decreto che specifica le nuove date delle prove d’accesso per la specializzazione sostegno, che si svolgeranno il 15 aprile per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria, e il 16 aprile per la scuola secondaria.

La proroga è stata applicata anche alle date di termine dei corsi, che devono essere conclusi non più a febbraio 2020 ma a febbraio 2021.…
Continua a leggere

requisiti-sostegno-tfa

Concorso TFA sostegno: a fine marzo le prove di accesso

Il 21 febbraio il Ministro dell’Istruzione Bussetti ha firmato il decreto relativo al TFA sostegno. I posti disponibili per l’anno 2018/2019 sono 14.224. In 3 anni si prevedono in tutto 40mila nuovi posti.

Le prove di accesso consistono in un test preliminare, una prova scritta e una orale. Il concorso è imminente: nel decreto vengono infatti già fissare le date delle prove.…
Continua a leggere

concorso sostegno

Corsi di specializzazione per il sostegno: in primavera il bando

La carenza di docenti di sostegno è un problema reale: la figura è molto richiesta e il numero di persone formate è esiguo rispetto alle reali esigenze.

Per questo motivo il MIUR ha deciso di indire un nuovo concorso di specializzazione TFA per il 2019: il bando è previsto per questa primavera. Nella bozza del decreto, è per ora confermata l’abilitazione tra i requisiti, e si estende l’accesso anche ai laureati in possesso dei 24 CFU: in questo caso occorre la laurea specialistica/magistrale.…
Continua a leggere

scuola sostegno

Specializzazione TFA sostegno: accedono anche i laureati con 24 CFU

Novità introdotte nella bozza della legge di bilancio

La bozza della legge di bilancio, interviene anche sui requisiti di accesso ai corsi di specializzazione per il sostegno, per porre rimedio all’emergenza causata dalla mancanza di figure specializzate.

L’attuale decreto, il n. 59 del 2017, disciplina i requisiti per diventare docenti di sostegno, stabilendo la necessità di partecipare al concorso, a cui si accede solo con il possesso della laurea e dei 24 CFU.…
Continua a leggere

sostegno

Fare domanda per il posto di sostegno senza avere il titolo

L’Ipotesi di CCNI sulla mobilità annuale per l’a.s. 2018/19, permette anche ai docenti privi del titolo di specializzazione, di presentare domanda per le assegnazioni provvisorie interprovinciali su posto di sostegno.

L’articolo 7, comma 16, del Contratto così predispone:

“L’assegnazione provvisoria può essere infine richiesta per posti di sostegno anche dai docenti sforniti di titolo di specializzazione, purché stiano per concludere il percorso di specializzazione sul sostegno o, in subordine, abbiano prestato almeno un anno di servizio – anche a tempo determinato – su posto di sostegno.
Continua a leggere

soprannumerari

Docenti di sostegno soprannumerari: chi sono?

Come funziona la graduatoria e come si presenta la domanda di mobilità.

Chi sono i soprannumerari? Si definiscono così i docenti che si trovano in coda nella graduatoria interna di istituto, per lo specifico posto di insegnamento o per la specifica classe di concorso di titolarità. Questo avviene perché in tutte le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, in caso di contrazione nell’organico dell’autonomia, si creano esuberi.…
Continua a leggere

insegnanti di sostegno

Insegnante di sostegno: cattedra mista o incarichi di collaboratore del Dirigente?

Riportiamo l’intervento del Prof. Giuseppe Argiolas, Presidente CIIS (Coordinamento Italiano Insegnanti di sostegno) sull’organico dell’autonomia, che non distingue più tra posti comuni, di sostegno e di potenziamento, alla luce dell’art. 14 del Decreto Legislativo n. 66/2017, che introduce la possibilità di cattedra mista.

«Dal 2016 con l’utilizzo di una quota dell’organico dell’autonomia pari al dieci per cento alle singole istituzioni scolastiche è stata data maggiore flessibilità didattica e progettuale.


Continua a leggere