Informazioni

Se siete interessati a ricevere informazioni, vi invitiamo a contattarci via email o telefonicamente allo 0544.1878114, oppure a compilare il form sottostante.

Metodologie didattiche inclusive secondo il modello del flipped learning cooperativo (2° Edizione)

Corso Online in modalità E-learning

Univesrità Telematica Pegaso
Master 1° Livello
Durata: 1500 ore
CFU: 60

Il corso consente di diventare esperti in metodologie di apprendimento laboratoriali e non trasmissive basate sull’autoapprendimento e l’autovalutazione secondo il modello internazionale del Flipped & Cooperative Learning.

Come funziona

Il corso viene erogato sulla pratica piattaforma e-learning dell’Università Telematica, sempre disponibile online, 24h su 24h.

In questo modo il corso sarà sempre a disposizione del discente, tramite qualsiasi dispositivo, anche mobile (smartphone e tablet, Android e Apple iOS).

Sulla piattaforma sono sempre disponibili i seguenti strumenti didattici:

  • videolezioni disponibili 24h su 24;
  • dispense della lezione, con riferimenti bibliografici e note;
  • slides (arricchite da testi, tabelle, immagini, grafici) commentate in audio dal docente;
  • test di autovalutazione per la verifica dello stato di apprendimento.

Sarà poi possibile sostenere gli esami in una delle oltre 70 sedi presenti in tutta Italia.

Finalità

Il corso è orientato alla pratica didattica ed aiuta nella progettazione, realizzazione e monitoraggio di molteplici attività laboratoriali improntate sul Flipped & Cooperative Learning.

Il corso consente:

  • di apprendere le tecniche di produzione di videolezioni e learning object di complessità crescente, adatte ad ogni ordine di scuola;
  • di progettare e realizzare attività cooperative monodisciplinari e multidisciplinari tendenti all’esercizio delle otto competenze europee e di quelle specifiche di ogni disciplina (soft & hard skills)
  • di progettare e realizzare compiti autentici con checklist di autovalutazione.
  • di valutare ogni attività didattica al fine di migliorare continuamente l’offerta formativa

di utilizzare gli strumenti dell’Universal Design of Learning al fine di migliorare l’inclusione ed aumentare l’efficacia e l’efficienza didattica anche in presenza di disabilità o disturbi dell’apprendimento.

Condividi