soprannumerari

Docenti di sostegno soprannumerari: chi sono?

Come funziona la graduatoria e come si presenta la domanda di mobilità.

Chi sono i soprannumerari? Si definiscono così i docenti che si trovano in coda nella graduatoria interna di istituto, per lo specifico posto di insegnamento o per la specifica classe di concorso di titolarità. Questo avviene perché in tutte le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, in caso di contrazione nell’organico dell’autonomia, si creano esuberi.
Tra i soprannumerari ci sono anche gli insegnanti di sostegno inseriti nella graduatoria specifica interna della scuola di titolarità o di incarico triennale.

GRADUATORIA INTERNA DI ISTITUTO

Nella scuola dell’infanzia, nella scuola primaria e nella scuola secondaria di I grado, i docenti soprannumerari per l’ insegnamento di sostegno, sono suddivisi nelle graduatorie interne di istituto predisposte per ciascuna tipologia; il docente individuato come soprannumerario in una specifica tipologia, qualora in possesso di titolo di specializzazione per altra tipologia per la quale nell’ambito della stessa scuola sia disponibile un posto, partecipa a domanda.

Nella scuola secondaria II grado, invece, le graduatorie interne d’istituto dei docenti di sostegno titolari o con incarico triennale nella scuola, sono unificate a prescindere dall’area di appartenenza. Il docente viene dichiarato soprannumerario in base al punteggio e alla posizione occupata in tale graduatoria.
L’individuazione dei soprannumerari avviene, in ogni caso, secondo le modalità e i criteri fissati nel CCNI sulla mobilità.

DOMANDA DI MOBILITÀ

Gli insegnanti soprannumerari potranno richiedere il trasferimento entro 5 giorni dalla data di comunicazione dell’accertata soprannumerarietà.
Il docenti di sostegno perdenti posto dovranno indicare nel modulo di domanda se si trovano o meno nel quinquennio di permanenza e dovranno riportare i titoli di specializzazione posseduti.

La domanda potrà essere condizionata (se il docente dichiara di voler partecipare al movimento solo a condizione che permanga la sua posizione di soprannumero: la sua domanda di trasferimento viene annullata nel caso in cui si dovesse liberare una cattedra sulla quale sarebbe riassorbito in automatico nella scuola di titolarità o di incarico triennale, senza alcuna modifica nella sua titolarità), volontaria (se il docente dichiara di voler comunque partecipare al movimento anche se, in fase di mobilità, dovesse liberarsi una cattedra nella scuola di titolarità o di incarico triennale dove è stato dichiarato soprannumerario)