Terapisti Aba, come affrontano l’autismo utilizzando una serie di procedure di intervento basate su principi di comportamento Skinneriani.

L’Autismo è stato definito dagli esperti di Neuropsichiatria Infantile come una sindrome comportamentale che esordisce nei primi tre anni di vita e che interessa le aree di interazione sociale, l’abilità di comunicare idee e sentimenti e di stabilire relazioni con gli altri.

Pertanto l’autismo si configura come una disabilità che accompagna purtroppo per sempre il soggetto durante la sua vita.

Per approcciarsi agli autistici e alla malattia ci sono varie metodologie utilizzate dai terapisti, tra questo l’ABA.

Aba, cioè analisi applicata del comportamento, si basa sul condizionamento operante e i suoi principi comportamentali ed è un processo terapeutico che induce alla normalizzazione attraverso la definizione di schemi di comportamento adattivi.

Tali comportamenti adattivi devono essere mostrati li dove il bambino vive, cioè a scuola e a casa.

La capacità di intervenire immediatamente e di ampliare la casistica dei comportamenti adattivi, riduce il rischio di comportamenti-problema, così come la capacità di iniziare subito il lavoro di metodo, già nei primi mesi di avvisaglia della comparsa della malattia.

Inoltre i genitori devono seguire il lavoro dei terapisti Aba ed essere in grado poi di riprodurre i suggerimenti dati. Il programma prevede che siano coinvolti tutti i soggetti che interagiscono con il bambino.

Il modello utilizzato per la gestione del bambino autistico è definito TEACHH.

Attraverso questo modello si pone massima attenzione all’ambiente in cui vive il bambino, in termini di spazi fisici e di compiti visivo-spaziali, in modo tale da rendere l’ambiente più comprensibile per il bambino, così che sviluppi non solo nuove abilità ma gli sia reso più facile sfruttare le abilità già possedute.

Inoltre il Teachh si basa sulla programmazione minuziosa del programma delle attività della giornata, con foto, agenda, oggetti di uso quotidiano.

Un altro metodo molto utilizzato dai Terapisti Aba è il metodo Portage:

Il metodo educativo è basato per lo più sulla formazione dei genitori, basato infatti su esperienze terapeutiche domiciliari in cui veniva insegnato ai genitori i modi migliori per stimolare lo sviluppo dei figli autistici. In tale caso è fatto grande affidamento alla capacità dei genitori di memorizzare e utilizzare tecniche comportamentali adattative che aiutino i propri figli ad interagire meglio con l’ambiente esterno e con la società.

Sei interessato a una formazione specifica?

Guarda i nostri corsi di Formazione a distanza (FAD).

Puoi ottenere crediti ECM