dsa

Dsa come effettuare il test?

Dsa ovvero  disturbo dell’apprendimento, non sempre è facile riconoscerlo subito.

Può presentarsi immediatamente oppure nel corso della scuola e fondamentalmente riguarda 3 tipologie d i apprendimento:

1) lettura (dislessia)

2) scrittura (disgrafia, disortografia)

3) calcolo (discalculia)

 

Le tipologie di dsa su menzionate spesso non vengono immediatamente comprese e il rischio per i piccoli scolari è di avviare un percorso di studi, fino all’adolescenza fatto di frustrazioni e sconfitte, quando invece con un test in età prescolare o prima elementare è possibile facilmente diagnosticare la problematica e porvi rimedio.

 

Come funziona dunque il test per il dsa?

Al bambino/ragazzo viene somministrato un test neuropsicologico che aiuta ad indagare le abilità di base quali lettura, scrittura e calcolo, ma anche a comprendere i meccanismi cognitivi sottesi al ragionamento, l’intelligenza, la capacità di memorizzare il linguaggio, abilità visivo-spaziali, e l’attenzione.

Attraverso questo test lo specialista avrà la possibilità di costruire un percorso di apprendimento più adatto al bambino , al fine di supportarlo nelle difficoltà che potrà incontrare nel suo percorso lavorativo o di studio.

L’iter valutativo segue quanto previsto dall’Istituto Superiore di Sanità e dalla legge 170/2010.

Il test di valutazione può essere fatto anche da ragazzi o adulti che hanno il sospetto di dislessia e che vogliono nuovi strumenti per affrontare le difficoltà incontrate al lavoro o nello studio.

Allo stesso tempo, i genitori che sospettano potenziale dislessia dei propri figli possono richiedere test agli specialisti.