disturbi pervasivi dello sviluppo

Disturbi pervasivi dello sviluppo: come riconoscerli?

Disturbi pervasivi dello sviluppo detti anche disturbi generali dello sviluppo: sono disturbi che riguardano alcune aree specifiche di sviluppo, che risultano compromesse:

  • Integrazione sociale e relazionale
  • Capacità linguistiche verbali e gestuali
  • Abilità psicomotorie e attitudinali

Vengono considerati tra i disturbi pervasivi dello sviluppo più noti i seguenti disturbi:

  • Disturbo Autistico
  • Disturbo di Rett
  • Disturbo di Asperger
  • Disturbo disintegrativo dell’infanzia
  • Disturbo pervasivo dello sviluppo NAS

Disturbo Autistico

E’ definito come un disturbo psicotico acuto che presenta le seguenti caratteristiche:

  • Asocialità ed evitamento: i bambini affetti da autismo non cercano il contatto con altri coetanei o adulti. Spesso risultano freddi, asettici, non empatici, chiusi, incapaci a manifestare emozioni e/o affetto
  • Disfunzioni linguistiche del linguaggio verbale e non verbale: eloquio lento e scarno, con basso bagaglio lessicale, difficoltà nella comprensione ed espressione nel linguaggio non verbale.
  • Comportamenti ripetitivi bizzarri e standardizzati: ripetono gesti ed espressioni a volte fuori contesto e spesso vivono fasi alterne di calma piatta e iperattività. Odiano il cambiamento
  • Deficit neuropsicologici, cognitivi emotivi e neurologici: possono riportare crisi convulsive o epilettiche, dopo i tre anni o dopo l’età della pubertà.

L’autismo colpisce prevalentemente i maschii, con un rapporto ampio di 5/1.

 

Disturbo di Rett

Il disturbo di Rett è una patologia neurodegenerativa molto rara, di origine genetica e di difficile prognosi.

I sintomi sono evidenti sin dalla nascita e riguardano:

  • Ridotta circonferenza cranica
  • Asocialità
  • Aprassia e compromesse capacità relazionali

E’ un disturbo che affligge per lo più le bambine.

 

Disturbo di Asperger

Anche detto sindrome di Asperger, è caratterizzato da tratti clinici simili all’autismo; si presenta per lo più in età prescolare e anche in questo caso, come per l’autismo, colpisce maggiormente i bambini maschi.

Spesso si presenta associato ad altre patologie come:

  • Sindrome di Tourette (Disturbo da TIC);
  • Disturbo depressivo maggiore e bipolarismo;
  • Disturbo schizotipico di personalità (gruppo A);
  • Disturbo ossessivo-compulsivo.

 

Disturbo disintegrativo dell’infanzia

E’ un disturbo molto raro con molti punti in comune con Autismo e Asperger. E’ inoltre frequente individuare lesioni cerebrali, crisi epilettiche e grave ritardo mentale. Si manifesta intorno ai 2-3 anni soprattutto nei maschi.

Disturbi pervasivi NAS

Tutti quei disturbi che non rientrano in nessuna casistica particolare sopra citata.

 

Trattamenti suggeriti

I trattamenti che si suggeriscono per questa tipologia di disturbi sono multipli e multidisciplinari:

Solitamente sono consigliati i seguenti:

  • Riabilitazione psichiatrica;
  • Reinserimento sociale;
  • Riabilitazione neurologica;
  • Riabilitazione motoria;
  • Terapia pedagogica;
  • Riabilitazione linguistica;
  • Terapia familiare: mentre il bambino è in riabilitazione
  • Terapia cognitivo e comportamentale: per correggere comportamenti bizzarri