sostegno

Fare domanda per il posto di sostegno senza avere il titolo

L’Ipotesi di CCNI sulla mobilità annuale per l’a.s. 2018/19, permette anche ai docenti privi del titolo di specializzazione, di presentare domanda per le assegnazioni provvisorie interprovinciali su posto di sostegno.

L’articolo 7, comma 16, del Contratto così predispone:

“L’assegnazione provvisoria può essere infine richiesta per posti di sostegno anche dai docenti sforniti di titolo di specializzazione, purché stiano per concludere il percorso di specializzazione sul sostegno o, in subordine, abbiano prestato almeno un anno di servizio – anche a tempo determinato – su posto di sostegno. Hanno la priorità i beneficiari della precedenza di cui al punto IV lettera g), lettera I) e lett m) del successivo articolo 8.

L’assegnazione di cui al comma precedente è disposta in subordine al personale fornito di titolo di specializzazione e solo dopo aver accantonato un numero di posti pari ai docenti forniti di titolo di sostegno presenti nelle GAE nonché nelle graduatorie di istituto ivi comprese le fasce aggiuntive.”

Il docente che vuole presentare domanda di assegnazione su sostegno, senza avere il titolo specifico, deve possedere uno dei seguenti requisiti, che deve essere allegato alla domanda:

  • essere in procinto di concludere il percorso di specializzazione sul sostegno;
  • oppure, aver prestato servizio per almeno un anno su posti di sostegno (anche a tempo determinato).

Tra i docenti che partecipano a questa opportunità, hanno la priorità, in ordine:

  • i docenti che hanno figli con disabilità;
  • i docenti con figli fino a 6 anni;
  • i docenti con figli di età superiore a 6 anni e fino a 12 anni.

Per presentare la domanda ci sono due periodi di tempo distinti:

  • per la scuola primaria e dell’infanzia: 13 – 23 luglio
  • per la scuola secondaria di primo e secondo grado: 16 – 25 luglio

Tramite il servizio Istanze Online si può compilare e presentare la domanda, correlata dagli allegati che attestano le motivazioni e i requisiti di cui si è in possesso. In ogni caso ad ogni domanda deve essere allegato il documento che dichiara le esigenze di famiglia.

L’Allegato 1 al CCNI specifica l’ordine con cui avviene l’assegnazione provvisoria, indicando come ultimo posto i docenti su sostegno senza titolo specialistico.

A questo link potete consultare l’ipotesi di CCNI per le utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed A.T.A. per l’a.s. 2018/2019.