Le novità sul Bonus Carta del Docente 2018-2019

Attiva la carta docente 2018/19: i residui non spesi degli anni passati sono stati accreditati.

Il Miur ha confermato, con una nota pubblica, il prolungamento del Bonus Carta del Docente di 500 euro anche per l’anno scolastico 2018-2019.

Il Bonus Docenti spetterà anche quest’anno ai docenti di ruolo delle scuole statali, compresi i neo-immessi o in part time.

Il Miur ha voluto chiarire direttamente cosa succederà con i buoni residui non spesi: gli importi dei buoni prenotati e non spesi sono stati annullati d’ufficio ed attribuiti al residuo dell’anno scolastico 2017/2018. Nella homepage del sito ufficiale della carta docente, https://cartadeldocente.istruzione.it, viene visualizzato questo avviso:

Si segnala che ai portafogli dei docenti saranno attribuiti anche i residui relativi agli anni scolastici 2016/2017 e 2017/2018. Solo per i residui riferiti all’anno scolastico 2016/2017 gli importi disponibili possono essere utilizzati dai docenti e validati dagli esercenti entro e non oltre il 31 dicembre 2018 […]”

La nuova Carta Docente è attiva e comprende anche i residui non spesi. A differenza dei residui dell’anno scolastico 2016/17, che devono essere spesi entro il 31 dicembre, quelli relativi all’a.s. 2017/18 saranno validi fino al 31 agosto 2019.

L’avviso in home page del sito ufficiale ricorda anche per cosa possono essere spesi i 500 euro:

Potrai acquistare fra l’altro libri, riviste, ingressi nei musei, biglietti per eventi culturali, teatro e cinema o per iscriverti a corsi di laurea e master universitari, a corsi per attività di aggiornamento, svolti da enti qualificati o accreditati presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca”.