cose-il-FIT

Cos’è il FIT e cosa prevede?

Una delle novità per gli aspiranti professori è l’abolizione del TFA (Tirocinio Formativo Attivo), ovvero l’abilitazione dai titoli necessari per diventare docenti. Infatti una delle deleghe della Buona Scuola ha apportato una rivoluzione nel sistema del reclutamento degli insegnanti.

Il TFA è stato sostituito dal FIT, acronimo di “Formazione iniziale e tirocinio“.

Questa nuova modalità fa riferimento ad un percorso triennale di formazione e tirocinio, accessibile solo dopo aver superato un concorso pubblico.

Il percorso in questione si articola in un primo periodo, pari al primo anno di specializzazione, con una valutazione finale, e da altri due anni di tirocinio, dedicati a laboratori e lezioni nelle scuole. Alla fine del percorso triennale gli aspiranti professori saranno valutati da organi collegiali.

Per tutta la durata del FIT i futuri docenti avranno un contratto a tempo determinato retribuito. Il concorso sarà bandito ogni due anni e il primo è previsto per la prima metà del 2018.

Per poter accedere, gli aspiranti insegnanti devono aver conseguito 24 CFU negli ambiti psico-pedagogici, didattici e antropologici e devono essere in possesso del titolo necessario per l’iscrizione ad una classe di concorso.