concorso-DSGA

Entro il 2018 uscirà il bando di concorso per DSGA

Il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli l’aveva già anticipato, ora è stato inserito anche nella legge di bilancio: il Concorso per Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA) uscirà nel 2018.

Questo nuovo bando non comporterà ulteriori spese a carico della finanza pubblica. Potranno partecipare al concorso gli assistenti amministrativi che, all’entrata in vigore della legge di bilancio, avranno maturato almeno tre anni interi di servizio sugli ultimi otto, nelle mansioni di direttore dei servizi generali ed amministrativi. Inoltre possono parteciparvi anche in deroga ai requisiti professionali previsti.

I posti previsti per questo concorso sono 1.700 e inoltre potrà partecipare chi ha conseguito la laurea in giurisprudenza, oppure in economia e commercio o in scienze politiche, sociali o amministrative.

Il concorso dovrebbe svilupparsi in tre prove: una preselettiva con 100 domande a risposta multipla, uno scritto e un orale.

Il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi ricopre un ruolo molto importante all’interno della scuola: è la figura direttiva con più potere dopo il Dirigente Scolastico. Il DSGA svolge diverse funzioni: sovrintende i servizi generali amministrativo-contabili curandone l’organizzazione, coordina il personale ATA, svolge attività di istruzione, predisposizione e formalizzazione degli atti amministrativi contabili. Inoltre è funzionario delegato, ufficiale rogante e consegnatario dei beni mobili della scuola.